Seguici sul web!

Il sistema elettorale nei Comuni con meno di 15000 abitanti

Il sistema elettorale per i Comuni con una popolazione inferiore a 15mila abitanti, per eleggere il Consiglio comunale, si effettua con sistema maggioritario, contestualmente all’elezione del Sindaco. Ciascuna candidatura alla carica di Sindaco è collegata ad una lista di candidati alla carica di Consigliere comunale. Il numero dei  candidati non deve essere superiore al numero dei Consiglieri da eleggere e non inferiore ai tre quarti. Nella scheda elettorale è indicato, a fianco del contrassegno, il candidato alla carica di Sindaco. Il voto è unico, sia che l’elettore voti la lista, sia che voti il candidato a Sindaco. In concreto, l’elettore può esprimere il proprio voto: - votando il nominativo di uno dei candidati alla carica di Sindaco; – votando il contrassegno di una delle liste di candidati alla carica di Consigliere; – votando sia il contrassegno di lista sia il nominativo del candidato alla carica di Sindaco collegato alla lista votata. In tutti i casi il voto si intenderà attribuito sia a favore del candidato alla carica di Sindaco sia a favore della lista ad esso collegata. L’elettore potrà, altresì, manifestare un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di Consigliere comunale, scrivendone il nominativo sull’apposita riga, stampata sotto il contrassegno, della lista del candidato Consigliere. In questo caso il voto si intende attribuito: - al singolo candidato a Consigliere comunale; - alla lista cui appartiene il candidato stesso; - al candidato alla carica di Sindaco collegato con la lista medesima. E’ proclamato eletto Sindaco il candidato alla carica che ottiene il maggior numero di voti. In caso di parità di voti si procede ad un turno di ballottaggio fra i due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti. Qualora si verificasse un’ulteriore parità viene eletto il più anziano di età. A ogni lista di candidati alla carica di Consigliere sono attribuiti tanti voti quanti sono i voti conseguiti dal candidato alla carica di Sindaco ad essa collegato.

Assegnazione dei seggi

Per l’assegnazione dei seggi, occorre considerare la cifra elettorale di ogni lista e la cifra individuale di ciascun candidato. La cifra elettorale di una lista è costituita dalla somma dei voti validi riportati dalla lista stessa in tutte le sezioni del Comune. La cifra individuale di ciascun candidato a Consigliere comunale è costituita dalla cifra di lista aumentata dei voti di preferenza a quello dei seggi da assegnare, disponendoli in una graduatoria decrescente. Ciascuna lista ottiene tanti seggi quanti sono i quozienti relativi alla lista compresi nella graduatoria. Alla lista collegata al candidato alla carica di Sindaco che ha riportato il maggior numero di voti sono attribuiti due terzi dei seggi assegnati al Consiglio (11 su 16 per quanto riguarda Asciano); i restanti seggi sono ripartiti proporzionalmente fra le altre liste con il metodo d’Hondt.

Il metodo d’Hondt

Secondo il metodo d’Hondt si divide la cifra elettorale di ciascuna lista per 1, 2, 3, 4,…, sino a concorrenza del numero dei seggi da assegnare e quindi si scelgono, tra i quozienti così ottenuti, i più alti, in numero uguale. A parità di quoziente, nelle cifre intere e decimali, il posto è attribuito alla lista che ha ottenuto la maggiore cifra elettorale e a parità di quest’ultima per sorteggio. All’interno di ciascuna lista sono eletti Consiglieri comunali i candidati in base all’ordine delle rispettive cifre individuali, costituite dalla cifra di lista aumentata dei voti di preferenza. A parità di cifra, sono proclamati eletti i candidati che precedono nell’ordine di lista. Il primo seggio che spetta a ciascuna lista di minoranza, è attribuito al candidato alla carica di Sindaco della lista medesima. Nel caso in cui sia stata ammessa e votata una sola lista, sono eletti tutti i candidati compresi nella lista, ed il candidato a Sindaco collegato, purché essa abbia riportato un numero di voti validi non inferiore al 50% dei votanti e il numero dei votanti non sia stato inferiore al 50% degli elettori iscritti  nelle  liste  elettorali  del  Comune.  Nel  caso  in  cui  non  si  raggiunga  queste  percentuali l’elezione è nulla. In caso di decesso di un candidato alla carica di Sindaco, dopo la presentazione delle candidature e prima del giorno fissato per le elezioni, si procede al rinvio delle elezioni (T.U. 16 maggio 1960, n. 570).

12 Commenti a “Il sistema elettorale nei Comuni con meno di 15000 abitanti”

  • [...] contestualmente all’elezione del Sindaco. Ciascuna candidatura alla carica di … Leggi tutto: Notizie simili:Regionali, ogni Regione ha il suo sistema elettorale – Il [...]

  • BATTISTA DELOGU:

    nei comuni sino a 15000 abitanti in seguito alla nuova legge sulla diminuzione dei consiglieri, quanti debbono essere i candidati e quanti consiglieri debbono essere eletti?

    • La Sinistra per Asciano:

      Non mi risultano cambiamenti per il numero di candidati in lista. La legge finanziaria 2010 ha determinato la riduzione del 20% dei consiglieri comunali, indipendentemente dal numero di abitanti, e ha stabilito come numero massimo di assessori che siano un quarto del numero dei consiglieri.

      E’ notizia di questi giorni, però, che la maggioranza di governo ci stia ripensando, viste le esternazioni dei loro amministratori locali, Alemanno in particolare.

      Guido.

  • Alessio:

    ti segnalo un link dove può trovare tutte le informazioni, un vademecum per le elezioni… i riferimenti per i comuni sino a 15.000 abitati sono a pagina 18 del documento:

    http://www.sinistraecologialiberta.it/pdf/VademecumComunali2011.pdf

  • Giuseppe:

    Volevo porgere un quesito:
    Comune con due liste elettorali A e B, è possibile votare il simbolo della lista A e mettere una preferenza per un candidato della lista B?

    Grazie a tutti x l’attenzione

  • vullo57:

    Comune (3000abitanti) con due liste elettorali: se un elettore attribuisce il voto solo ad un candidato consigliere, scrivendo solo il cognome del candidato, e senza traciare nessun alto tipo di voto, come viene ripartito il voto? grazie

  • alberto baraldi:

    in riferimento al commento scritto alcuni minuti fa, devo dire che era la prima volta che vi scrivevo percio’ non ho
    duplicato niente,cercate di fare piu attenzione .

  • Alessio:

    per Vullo57:
    il voto è valido e dovrebbe andare alla lista e al consigliere

  • Georg:

    Comune (5.586 abitanti) la lista che prende più voti prende 11 consiglieri + il Sindaco, ok
    le liste in competizione sono 4 i restanti 5 consiglieri di minoranza come vengono assegnati?

Lascia un Commento